Scarpe verdi di invidia: una storia per dare un calcio al bullismo

Se ti va condividi l'articolo!

Scarpe verdi di invidia di Alberto Pellai: una storia per dare un calcio al bullismo

“Che sensazione meravigliosa! Con quelle scarpe forse si può anche volare. Si sposta con lunghi balzi di qua e di là nella stanza, sale sulle scale e salta due gradini per volta, poi tre, infine fa un salto finale di ben quattro gradini. «Record del mondo» urla a tutta voce, «grazie scarpette magiche… vi voglio davvero tanto bene».

Marco si è trasferito con i suoi genitori in una città lontana da quella dove ha sempre vissuto. Ha cambiato casa, scuola e compagni, sta imparando a conoscere una realtà diversa da quella a cui era abituato. Ora che è il suo compleanno si merita proprio il regalo che ha tanto desiderato, rinunciando ai capricci e ad altre richieste per avere finalmente quel paio di meravigliose scarpe verdi.
Ma proprio quelle scarpe portano con sé un nuovo problema: i compagni di classe, che già lo prendevano in giro per il suo accento, ora sono invidiosi delle sue scarpe e diventano ancora più cattivi, canticchiandogli una canzoncina sciocca: “Se le scarpe verdi ai piedi hai, come una lumaca correrai!”

Eppure Marco credeva che con quelle scarpe sarebbe stato molto più amato dai suoi compagni, cosa è successo? Meno male che papà, mamma e la maestra, molto attenta e intelligente, si accorgono di cosa non va e trovano un modo divertente per risolvere la questione. Da quel giorno per Marco sarà più facile convivere con i suoi compagni e anzi, anche i bulli impareranno una gran lezione.

La cosa più importante, quella da ricordare e far capire bene ai nostri bimbi è che il bullismo non si crea dai singoli individui e non si può combattere da soli: il bullismo è un fenomeno che ha bisogno di un gruppo per svilupparsi e crescere, e di una squadra forte e unita per combatterlo. La cosa da ricordare è che non bisogna stare in silenzio ma chiedere aiuto e parlarne, subito, appena si presenta il problema.

Prendersi cura di tutti, nessuno  escluso…perché  la cura è  cura della mente,  dei pensieri,  dei ragionamenti, del cuore  di tutti gli allievi. Facciamo sì che la classe diventi una piccola comunità dove ognuno con il suo talento, operi per il bene comune. Insistiamo sul rispetto per tutti e di ciascuno e facciamo in modo che la diversità, diventi opportunità e ricchezza.

Insegniamo ai bimbi, sin dalla prima, che siamo tutti diversi nell’aspetto fisico, ma siamo uguali nei sentimenti, nel dolore, nella felicità  e nella gioia.

Cosa spinge un bimbo a comportarsi da bullo? Il bullo è  un bambino da ascoltare  e da amare…Dietro quest’atteggiamento c’è sicuramente una fragilità e una sofferenza.

Esiste  un solo antidoto  alla sofferenza  e al “bullismo”: l’amore e l’affetto.

Non si nasce ” bulli”, ci si diventa. Per questo è fondamentale la prevenzione.

Quale migliore antidoto se non la lettura di un ottimo libro? Dove potersi riconoscere nei personaggi e nei fatti accaduti. Fondamentale dopo la lettura è la riflessione e il confronto.

Il libro è diviso in 10 capitoli… io lo leggo a puntate e senza fretta.

scarpe verdi da stampare

scarpe verdi per disegno da stampare

Se prima di acquistarlo, vuoi ascoltare il primo capitolo…

Per la classe seconda si può pensare di far scrivere un testo con domande guidate…

Domande guida per scrivere un testo da stampare

Queste domande le puoi usare anche per la classe prima durante il momento di riflessione. Io di solito uso un oggetto che do in mano a chi chiede la parola… in questi momenti ci vuole massima attenzione da parte di tutto il gruppo con regole chiare e precise. Si ascolta e non si giudica e puoi parlare solo se hai la bacchetta magica o la palla (qualsiasi oggetto va bene).

Bellissimo cortometraggio con il chiaro messaggio appunto che “L’unione fa la forza”

Bellissimo cortometraggio della Pixar sul bambino che si comporta da bullo, ma se compreso cambia atteggiamento… e lui stesso è più felice se ha atteggiamenti corretti.

Si può concludere con questa canzone sul Bullo citrullo

Canzone bullo citrullo da stampare

 

Potrebbe anche interessarti, una raccolta di idee presente nel sito…

07 febbraio: Giornata contro il bullismo Maestra Anita

Per la classe terza, molto interessante il lavoro consigliato da questo sito…

CYBERBULLISMO: LA POZIONE PER NAVIGARE SICURI

 

ll materiale presente sul sito Maestra Anita è di proprietà esclusiva di Maestra Anita. Puoi condividere, in altri siti o sui social, i link dei vari articoli presenti sul sito che rimandano al blog Maestra Anita. Puoi scaricare i file e utilizzarli con i bambini, puoi condividere i file tramite registro elettronico. È vietata la pubblicazione delle foto delle pagine dei quaderni, dei singoli file word, file pdf, file di presentazioni in power point in altri siti, o sui social, senza preventiva autorizzazione.