Classe Seconda- Immagine- Il Mosaico

Sharing is caring!

Esistono vari metodi per realizzare un mosaico. In base al disegno, al materiale e al risultato che si vuole ottenere si preferisce una tecnica piuttosto che un’altra.

TECNICA DIRETTA SU SUPPORTO: le tessere vengono incollate direttamente sul supporto destinato al mosaico. E’ il metodo più veloce e permette di avere subito una visione d’insieme sull’effetto finale. E’ la più adatta per lavori astratti o geometrici che non richiedano la tracciatura di un disegno guida.

TECNICA DIRETTA SU CALCE : le tessere vengono inserite in uno strato di calce (o argilla ) tenuto costantemente bagnato, questo fa si che la calce non asciughi e rimanga lavorabile per lungo tempo. Poichè sulla calce è possibile tracciare il disegno guida, questa tecnica è ideale per realizzare mosaici figurativi anche molto complessi che potranno essere ripresi e modificati finché non si lascerà asciugare la malta. Una volta essiccata si passa uno strato di colla idrosolubile sulle tessere e vi si pongono sopra delle garze lasciando asciugare, quindi si procede allo strappo e all’incollaggio sulla superficie definitiva. Una volta che l’adesivo sarà indurito si provvederà alla rimozione delle garze, sciogliendo la colla con impacchi d’acqua, e poi alla successiva pulitura del lavoro.

TECNICA INDIRETTA O A ROVESCIO: le tessere vengono incollate a rovescio, mediante colla idrosolubile, su rete o su carta. Terminato il disegno verrà sfruttata la rete come sostegno per capovolgere il lavoro ed incollarlo sul supporto definitivo. Questa tecnica permette di ottenere una superficie liscia e senza solchi anche se si utilizzano tessere di spessori differenti, è ideale per la realizzazione di tavoli o pavimentazioni.

 

Noi naturalmente abbiamo usato pezzettini di cartoncino di vari colori incollatosu un mandala, le tessere guida sono due forme geometriche.

Fotocopia da fare, ne ho fatte due in più per dare le due forme ai bimbi

 

Lascia un commento