diritti dei bambini e festa dell'albero

Giornata mondiale dei diritti dei bambini e festa dell’albero 20 e 21 novembre

Se ti va condividi l'articolo!

Pubblicità

Essere bambini è un diritto»: il 20 novembre la Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

La data scelta per ricordare i principi contenuti nella Convenzione del 1989, ratificata dall’Italia nel 1991, con la quale ogni stato si assume l’impegno di proteggere i minori.

La data ricorda il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, e coincide con un duplice anniversario: quello della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (1789) e quello della Dichiarazione dei Diritti del Bambino (1959). 

Ecco come spiegare in maniera molto semplice i diritti ai bambini… C’è un bel libro in pdf da scaricare e far visionare ai bimbi.

Diritti_bambini_parole_semplici_

Ecco il link del sito…

https://www.unicef.it/doc/2035/pubblicazioni/i-diritti-dei-bambini-in-parole-semplici.htm

In quarta riflettiamo e cerchiamo di capire cos’è un diritto, in quinta ogni diritto lo assoceremo ad un dovere.

Sul quaderno ho dettato una bellissima poesia di Roberto Piumini. Fa riflettere molto su chi ha i nostri stessi diritti, ma non vengono rispettati per altri fattori…

Bellissima conclusione della poesia: esorta i nostri bimbi, molto fortunati, a non dimenticare chi in altri parti del mondo questi diritti non ha.

Visto che domani è anche la festa dell’albero, i diritti li abbiamo incollati su un bellissimo albero.

Tanti diritti,
dei bei diritti dritti,
non dei diritti storti,
però,
però,
però:
quando mangi, perché
hai il diritto di essere nutrito,
ricorda chi non mangia
perché ha il diritto, e non il cibo.
E quando giochi,
perché hai il diritto di giocare,
ricorda chi non gioca,
perché non ha il posto per giocare.
Quando vai a scuola, perché
hai il diritto di essere educato
ricorda chi ha il diritto e non la scuola.

Quando vai a scuola, perché
hai il diritto di essere educato
ricorda chi ha il diritto e non la scuola.
Quando riposi, perché
tu hai il diritto di riposare,
ricordati di chi ne ha il diritto
ma non può riposare.
Ricorda il tuo diritto,
ma anche il suo rovescio,
perché c’è un diritto che non hai:
dimenticare.

Abbiamo scritto i diritti principali…

diritti dei bambini

Il 21 abbiamo dedicato una bella poesia all’albero…

,

Abbiamo anche ascoltando questa bellissima poesia/canzone…

Ci vuole un fiore

Ecco il testo…

Le cose di ogni giorno raccontano segreti
a chi le sa guardare ed ascoltare.

Per fare un tavolo ci vuole il legno
per fare il legno ci vuole l’albero
per fare l’albero ci vuole il seme
per fare il seme ci vuole il frutto
per fare il frutto ci vuole un fiore
ci vuole un fiore, ci vuole un fiore,
per fare un tavolo ci vuole un fio-o-re.

Per fare un fiore ci vuole un ramo
per fare il ramo ci vuole l’albero
per fare l’albero ci vuole il bosco
per fare il bosco ci vuole il monte
per fare il monte ci vuol la terra
per far la terra vi Vuole un fiore
per fare tutto ci vuole un fio-r-e

Per fare un tavolo ci vuole il legno

per fare il legno ci vuole l’albero
per fare l’albero ci vuole il seme
per fare il seme ci vuole il frutto
per fare il frutto ci vuole il fiore
ci vuole il fiore, ci vuole il fiore,
per fare tutto ci vuole un fio-o-re.

Ecco la base musicale per cantare la poesia di Gianni Rodari…

Base strumentale