Festa dell’albero- immagine- colori complementari

Festa dell’albero: 21 novembre. Colori complementari.

Educazione civica e sviluppo sostenibile. Oltre alla Costituzione e alla cittadinanza digitale, la Legge 92/2019, che ha reintrodotto l’insegnamento dell’Educazione civica in tutti i gradi di istruzione, ha portato con sé anche l’educazione ambientale. Per quanto mi riguarda nessun cambiamento rispetto al mio modo di fare didattica. Mi sono sempre occupata di rispetto dell’ambiente e cambiamento climatico anche perché sono diventati argomenti di grande attualità. Comunque reputo giusto che  sia  previsto un percorso specifico nei programmi ministeriali per la scuola. Stando alle linee guida che il ministro dell’Istruzione ha inviato a tutte le scuole a inizio luglio, gli alunni approfondiranno lo studio della Carta costituzionale e delle principali leggi nazionali e internazionali, con l’obiettivo di conoscere i propri diritti e doveri, di formare cittadini responsabili e attivi che partecipino pienamente e con consapevolezza alla vita civica, culturale e sociale della loro comunità. Il secondo asse sarà l’utilizzo consapevolmente e responsabile dei nuovi mezzi di comunicazione e degli strumenti digitali, in un’ottica di sviluppo del pensiero critico, di sensibilizzazione rispetto ai possibili rischi connessi all’uso dei social media e alla navigazione in rete e di contrasto del linguaggio dell’odio. Terzo, ma non ultimo asse: l’educazione ambientale. Un tema che comprenderà, nelle indicazioni ministeriali, la conoscenza e la tutela del patrimonio e del territorio, tenendo conto degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU. Rientreranno in questo ambito anche l’educazione alla salute e la tutela dei beni comuni. La festa dell’albero è solo un pretesto per parlare quindi nelle classi di ogni ordine e grado a vari livelli, di ambiente e salvaguardia dell’ambiente. Iniziando dal buon comportamento in aula, in bagno (non sprecare acqua, carta…) in giardino… ecc.

In occasione della festa dell’albero coloriamo una foglia.

La scheda l’ho scaricata da google a questo link Foglia da stampare.

 Ho preso solo una delle foglie e usata per far colorare i bimbi usando solo i colori complementari.

In seconda io le foglie le farei disegnare dai bimbi. Magari facendo vedere alcuni modelli.

Si definisce colore complementare di un dato colore quello che gli è opposto nella ruota cromatica. Osservando la seguente figura è facile stabilire che:

  • il colore complementare del giallo è il viola e viceversa;
  • il colore complementare del rosso è il verde e viceversa;
  • il colore complementare del blu è l’arancio e viceversa.

Questa immagine mostra una Ruota Cromatica con i Colori Caldi e Freddi

Conoscete il racconto di Shel Silverstein, “L’albero generoso”? Si presta molto bene per quest’occasione…

Un albero si innamora di un bambino. Un bambino si innamora di un albero. L’albero gli regala i suoi frutti. Il bambino gioca con le sue fronde. L’albero lo ripara alla sua ombra. Il bambino cresce, diventa sempre più esigente. L’albero invece è sempre lì, immutabile e disponibile. Felicità, tristezza, amore avrebbero potuto essere sentimenti vissuti allo stesso modo da un uomo e da un albero, poiché entrambi sono parte della natura. Ma gli equilibri sono stati alterati e l’amore incondizionato, la capacità di donare e di accettare l’altro sono rimaste prerogative di pochi: dei veri eroi del nostro tempo. Età di lettura: da 4 anni.

Su you tube ho trovato questo video, secondo me è adatto ai più piccoli…L’albero generoso

Quale migliore occasione per ascoltare questa canzone? Per fare un albero

Io l’ho fatta ascoltare con la body percussion… tre battiti sul banco un battito con le mani… molto semplice, ma divertente!

Se ti interessa sapere qualcosa in più sulla festa dell’albero clicca al seguente link… Filastrocche.it/feste/storia-della-festa-degli-alberi

ll materiale presente sul sito Maestra Anita è di proprietà esclusiva di Maestra Anita. Puoi condividere, in altri siti o sui social, i link dei vari articoli presenti sul sito che rimandano al blog Maestra Anita. Puoi scaricare i file e utilizzarli con i bambini, puoi condividere i file tramite registro elettronico. È vietata la pubblicazione delle foto delle pagine dei quaderni, dei singoli file word, file pdf, file di presentazioni in power point in altri siti, o sui social, senza preventiva autorizzazione.